Sito Ufficiale del Comune di Verbania

Salta ai contenuti
 
 

Palazzo Civico - Piazza Garibaldi, 15 - 28922
p.iva 00182910034 - tel. 0323 5421 - fax 0323 557197

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » Servizi al citt... » Tributi e Porta... » ARCHIVIO » ICI - Imposta Comunale sugli Immobili  
 
Turismo Amministrazione

ICI - Imposta Comunale sugli Immobili

L’imposta è dovuta da:

 i proprietari o titolari del diritto reale (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) di fabbricati ed aree fabbricabili;
 il locatario nei contratti di leasing (locazione finanziaria);
 il concessionario nel caso di concessione su area demaniale o fabbricati demaniali.
 Si ricorda che gode del diritto di abitazione, ai sensi dell'art. 540 Cod. Civile, il coniuge superstite che continua a risiedere nell'abitazione coniugale.

 NON pagano l’imposta gli inquilini e i nudi proprietari.

Si ricorda inoltre che il D.L. 93/08 convertito con L. 126/08 ha  escluso dall’ICI   le seguenti tipologie di immobili ( eccetto le categorie catastali A/1, A/8, A/9 ):

- l’abitazione nella quale il soggetto passivo persona fisica con i propri familiari  ha fissato la propria residenza anagrafica ;

- l’abitazione appartenente a cooperative edilizie con proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari;

- l’abitazione posseduta dal soggetto anziano o disabile che ha acquisito la residenza in un istituto di ricovero o sanitario a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;

- gli alloggi regolarmente assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari;

- l'unità immobiliare posseduta dal contribuente che a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, non risulta assegnatario della casa coniugale. L'esclusione spetta a condizione che il contribuente non sia titolare del diritto di proprietà o di altro diritto reale su un immobile destinato a propria abitazione principale situata nel Comune di Verbania. Per ottenere l'esclusione dovrà essere presentata la dichiarazione ICI;

- l’unità immobiliare ad uso abitativo concessa in uso gratuito a familiari ivi residenti (genitori, figli, fratelli e sorelle). L’esclusione in questo caso resta subordinata  alla presentazione di dichiarazione sostitutiva di atto notorio entro il termine della scadenza del versamento ICI più prossima al verificarsi della variazione se non già presentata.

 Sono altresì escluse  dal pagamento le pertinenze relative alle abitazioni sopra elencate, così come individuate dal regolamento comunale (art. 9) ovvero una per ciascuna categoria :
nr. 1 autorimessa o un posto auto (censiti nella categoria catastale C/6);
nr. 1 cantina o soffitta (censite nella categoria catastale C/2);
nr. 1 tettoia (censita nella categoria catastale C/7).

L’esclusione dal pagamento spetta in rapporto al periodo durante il quale sussiste la destinazione ad abitazione principale e, i n caso di più contitolari, l'esenzione spetta solo per le relative quote di possesso, a favore di coloro che utilizzano l'immobile come abitazione principale. L’esenzione relativa all’unità immobiliare concessa in uso gratuito spetta in rapporto al periodo durante il quale il familiare è residente, per la relativa quota di possesso, solo al soggetto passivo il cui rapporto di parentela sia quello indicato in regolamento ovvero genitori – figli – sorelle – fratelli.

L’estensione dell’esclusione dal versamento non è consentita  nei casi di :

- abitazioni locate con contratto registrato a soggetti ivi residenti;

- abitazioni locate con contratto registrato a persone non residenti;

- abitazioni concesse in comodato a persone non rientranti nella linea genitori figli, fratelli e sorelle;

- abitazione posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto, da cittadini italiani residenti all’estero;

- immobili di categoria catastale A/1, A/8, A/9.

  • Come

    Il pagamento può avvenire:

    - a mezzo bollettino di conto corrente postale n.13708284, intestato a Comune Verbania ICI Servizio Tesoreria ed è pagabile presso qualsiasi ufficio postale anche se posto fuori dal territorio comunale
    - gratuitamente presso la Banca Popolare di Sondrio agenzia di Pallanza Largo Tonolli n. 34 o di Intra Piazza Ranzoni n. 27
    - con il modello F24 dell'Agenzia delle Entrate disponibile presso banche, uffici postali, intermediari ENTRATEL abilitati (CAF, commercialisti,ecc.)

    I codici tributo utili  sono i seguenti:

    3940  – denominato: imposta comunale sugli immobili (ICI) per l'abitazione principale;
    3942  – denominato: imposta comunale sugli immobili (ICI) per le aree fabbricabili;
    3943  – denominato: imposta comunale sugli immobili (ICI) per gli altri fabbricati;
    3906  – denominato: imposta comunale sugli immobili (ICI) – interessi  (risoluzione n. 32/E del 02.03.04)
    3907  – denominato: imposta comunale sugli immobili (ICI) – sanzioni  (risoluzione n. 32/E del 02.03.04)

    L'elenco completo di codici e causali è disponibile presso i concessionari, le banche e gli uffici postali e può essere prelevato anche dal sito Internet dell'Agenzia delle Entrate.

    Per il versamento dell'Imposta comunale sugli immobili (ICI) deve essere utilizzata la sezione "ICI ed altri tributi locali". In particolare, in ogni riga devono essere indicati i seguenti dati:

    • nello spazio "codice ente/codice comune", il codice catastale del Comune nel cui territorio sono situati gli immobili, costituito da quattro caratteri; nel caso del Comune di Verbania è L746 ;
    • nello spazio "Ravv" barrare la casella se il pagamento di riferisce al ravvedimento operoso che esegue il contribuente per regolarizzare la propria posizione;
    • nello spazio "Immob. Variati" barrare qualora siano intervenute delle variazioni per uno o più immobili che richiedano, di conseguenza, la presentazione della dichiarazione di variazione;
    • nello spazio "Acc." barrare se il pagamento di riferisce all'acconto;
    • nello spazio "Saldo" barrare se il pagamento di riferisce al saldo; se il pagamento è effettuato in unica soluzione, entro il 16 giugno, per acconto e saldo, barrare entrambe le caselle;
    • nello spazio "Numero immobili" indicare il numero degli immobili interessati dal versamento del relativo rigo;
    • lo spazio "rateazione" non deve essere compilato;
    • nello spazio "anno di riferimento" deve essere indicato l'anno d'imposta cui si riferisce il pagamento; nel caso in cui sia stata precedentemente barrata la casella "Ravv", per il di ravvedimento operoso, indicare l'anno in cui l'imposta avrebbe dovuto essere versata;
    • nello spazio "importi a debito versati" indicare l'ammontare del versamento che si vuole effettuare; nel caso di abitazione principale, indicare l'imposta al netto della detrazione per abitazione principale, da esporre nell'apposita casella in basso a sinistra denominata "detrazione ICI abitazione principale".
    • nello spazio "Totale G" riportare il totale degli importi a debito relativi a ciascun codice tributo (abitazione principale, aree fabbricabili, altri fabbricati)

    Tutte le informazioni in merito all'utilizzo e alla compilazione del modello F24 sono disponibili anche sul sito Internet dell'Agenzia delle Entrate .

    Il versamento minimo complessivo annuale (acconto + saldo o unica soluzione) è fissato ad €. 10 (dieci).

    Ai sensi dell'art. 1 c.166 L. 296/06 (Finanziaria 2007) il versamento deve essere effettuato con arrotondamento all'Euro per difetto se la frazione è pari a o inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se maggiore o uguale a 50 centesimi. Es. Euro 44,49 arrotondato a euro 44 Euro 55,50 arrotondato a Euro 56.

    Per errori nel versamento rispetto all'importo o alla scadenza, è possibile ricorrere al ravvedimento.

    Al fine di agevolare il versamento dell’imposta il Comune, anche per l'anno 2011, invierà a domicilio una lettera informativa con relativi bollettini prestampati nella parte anagrafica. In caso di mancato ricevimento è possibile ottenere bollettini in bianco presso l'ufficio Tributi.

  • Quando

    In acconto entro il 16 giugno 2011 pari al 50% dell’imposta dovuta.

    A saldo dal 1 al 16 dicembre 2011.

    Entro il 16 giugno può essere versata l’imposta in un’unica soluzione con possibilità di conguaglio entro il termine della rata di saldo in caso di variazioni che si dovessero verificare nel secondo semestre.

    Le persone fisiche non residenti nel territorio dello Stato possono eseguire il versamento in unica soluzione entro il 16 dicembre 2011 con l’applicazione degli interessi nella misura del 3% da calcolare sulla rata di acconto (art. 1 c. 4bis D.L. 23/01/93 n. 16).

    RAVVEDIMENTO OPEROSO - La legge consente a chi versa in ritardo rispetto alle scadenze prestabilite di regolarizzare la propria posizione pagando, contestualmente all'imposta dovuta, gli interessi calcolati sull'imposta al tasso legale, con maturazione giorno per giorno per tutti i giorni di ritardo e una sanzione ridotta (ravvedimento operoso). (Art. 13 DLgs. 472/97).

    In caso di ravvedimento operoso dovuto per l'acconto anno 2011  le sanzioni vengono modificate in:

    • 3% se il versamento viene eseguito entro 30 giorni dalla data di scadenza del termine stabilito per il pagamento
    • 3,75% se il versamento viene effettuato con ritardo superiore a 30 giorni, ma entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel corso del quale è stata commessa la violazione

    In caso di ravvedimento operoso dovuto per il saldo anno 2011  le sanzioni vengono modificate in:

    • 0,2% per ciascun giorno di ritardo se il versamento viene effettuato entro il 30/12/2011
    • 3% se il versamento viene effettuato entro 30 giorni dalla data di scadenza del termine stabilito per il pagamento
    • 3,75% se il versamento viene effettuato con ritardo superiore a 30 giorni, ma entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel corso del quale è stata commessa la violazione

    Si ricorda infine che il tasso legale è pari all' 1,5% annuo  dal 01/01/2011 e pari al  2,5%  dal 01/01/2012.

  • Data ultimo aggiornamento
    05 Giugno 2014
  • Dove rivolgersi
  • A chi è rivolto
  • Moduli
     
    Dichiarazione ICI (49,47 kB - PDF)
    Istruzioni Dichiarazione (124,48 kB - PDF)