Sito Ufficiale del Comune di Verbania

Salta ai contenuti
 
 

Palazzo Civico - Piazza Garibaldi, 15 - 28922
p.iva 00182910034 - tel. 0323 5421 - fax 0323 557197

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » Servizi al citt... » Stato civile » Cittadinanza  
 
Turismo Amministrazione

Cittadinanza

La cittadinanza individua la posizione del singolo individuo nell’ambito della collettività nazionale, conferendole l’appartenenza ad essa.

La disciplina dell’acquisto, della perdita e del riacquisto della cittadinanza è contenuta nella Legge 5 febbraio 1992 n. 91 e nei relativi regolamenti di esecuzione.

L’acquisto per la cittadinanza avviene per:

  1.  filiazione: é cittadino italiano “per nascita” il figlio di padre o madre cittadini italiani, in qualunque Stato sia avvenuta la nascita.;
  2.  adozione: il minore straniero adottato da cittadino italiano acquista la cittadinanza;
  3.  beneficio di legge: è cittadino italiano;
  4.  matrimonio: con decreto del Prefetto pronunciato a seguito di matrimonio con un cittadino italiano di un cittadino straniero/apolide, legalmente residente in Italia da almeno due anni dopo il matrimonio ovvero dopo tre anni dalla data del matrimonio se residente all’estero (tali termini sono dimezzati in presenza di figli nati o adottati dai coniugi).
  5.  naturalizzazione: con d ecreto del Presidente della Repubblica pronunciato a favore di un cittadino straniero:
  •  nato in Italia e ivi legalmente residente da almeno 3 (tre) anni;
  •  figlio o nipote in linea retta di cittadini italiani per nascita e residente legalmente in Italia da almeno 3 (tre) anni;
  •  maggiorenne, adottato da cittadino italiano, e residente legalmente in Italia da almeno 5 (cinque) anni, successivi all’adozione;
  •  che ha prestato servizio, anche all’estero, per almeno 5 (cinque) anni alle dipendenze dello Stato Italiano;
  •  cittadino dell’Unione Europea residente legalmente in Italia da almeno 4 (quattro) anni;
  •  apolide o rifugiato e residente legalmente in Italia da almeno 5 (cinque) anni;
  •  residente legalmente in Italia da almeno 10 (dieci) anni.
  1.  da parte del minore: acquisto di cittadinanza di minori per acquisto genitori. L’unica condizione è che il minore sia convivente insieme al genitore al momento dell’acquisto di cittadinanza dello stesso

 In particolare:

  •  nei casi di acquisto della cittadinanza italiana per Decreto del Prefetto e per Decreto del Presidente della Repubblica, entro sei mesi dalla notifica da parte della Prefettura U.T.G. di Verbania, l’interessato deve prestare giuramento di fedeltà alla Repubblica e di osservanza della Costituzione e delle Leggi dello Stato. Pertanto l’interessato dovrà consegnarel’originale del decreto direttamente all’Ufficio di Stato Civile in Via F.lli Cervi 5 -Verbania - Intra (con le seguenti modalità di accesso ai servizi: prenotazione on-line o accesso diretto con “Elimina Code” http://www.comune.verbania.it/Uffici-Comunali/Stato-Civile ) unitamente al documento straniero di riconoscimento in corso di validità. Sono richiesti, inoltre: 
  1.  atto di nascita dell’interessato;
  2.  eventuale atto di matrimonio e documento straniero di riconoscimento in corso di validità della moglie;
  3.  atti di nascita di eventuali figli conviventi e loro documento straniero di riconoscimento in corso di validità (vedi punto 6 acquisto cittadinanza)

 La documentazione rilasciata da Autorità straniere, deve essere opportunamente legalizzata (salvo che non sia previsto l’esonero dalla legalizzazione in base a convenzioni internazionali ratificate dall’Italia)   munita di traduzione ufficiale in lingua italiana.

L’Ufficiale dello Stato Civile provvederà a fissare un appuntamento per il giuramento e la trascrizione del decreto stesso nei registri dello Stato Civile, alla sua annotazione ed alle connesse comunicazioni di sua competenza ai sensi della normativa vigente.

  • nel caso di dichiarazione di elezione della cittadinanza italiana tra il 18° e 19° anno di età l’interessato deve dichiarare all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di residenza di voler acquistare la cittadinanza italiana. La condizione è di aver risieduto nel Paese legalmente e interrottamente fino alla maggiore età. La dichiarazione deve essere corredata da ricevuta di versamento a favore del Ministero dell’Interno di un contributo pari a €uro 250,00. Il contributo di €uro 250,00 viene versato per mezzo di bollettino di c/c postale (mod. 451) intestato al Ministero dell’Interno D.L.C.I - Cittadinanza. All’esito dell’Accertamento Sindacale, l’Ufficiale dello Stato Civile provvederà alla trascrizione nei registri di cittadinanza, annotazione a margine dell’atto di nascita e ai relativi adempimenti.