Sito Ufficiale del Comune di Verbania

Salta ai contenuti
 
 

Palazzo Civico - Piazza Garibaldi, 15 - 28922
p.iva 00182910034 - tel. 0323 5421 - fax 0323 557197

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » Servizi al citt... » Servizi elettorali » REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO 4 dicembre 2016  
 
Turismo Amministrazione

REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO 4 dicembre 2016

Con decreto del Presidente della Repubblica del 27 settembre 2016 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 227 del 28 settembre 2016 sono stati convocati per domenica 4 dicembre 2016 i comizi elettorali per il REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO avente ad oggetto il seguente quesito referendario: Approvate il testo della legge costituzionale concernente “disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016.

Elettori residenti all’estero ed iscritti nell’AIRE 

Gli elettori residenti all’estero ed iscritti nell’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) riceveranno come di consueto il plico elettorale al loro indirizzo di residenza. Qualora l’elettore non lo ricevesse potrà sempre richiederne il duplicato all’Ufficio consolare di riferimento. Si ricorda che è onere del cittadino mantenere aggiornato l’UFFICIO CONSOLARE competente circa il proprio indirizzo di residenza.

Chi invece, essendo iscritto nell’AIRE, intende votare in Italia, dovrà far pervenire all’UFFICIO CONSOLARE competente per residenza (Ambasciata o Consolato) un’apposita dichiarazione su carta libera che riporti: nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza, indicazione del comune italiano d’iscrizione all’anagrafe degli italiani residenti all’estero, l’indicazione della consultazione per la quale l’elettore intende esercitare l’opzione.

La dichiarazione deve essere datata e firmata dall’elettore e accompagnata da fotocopia di un documento di identità dello stesso e può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano all’UFFICIO CONSOLARE, anche tramite persona diversa dall’interessato, entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto del Presidente della Repubblica di convocazione dei comizi elettorali ( entro l'8 ottobre),  con possibilità di revoca entro lo stesso termine.

 Elettori temporaneamente all’estero. 

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del Referendum, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, comma 1 dell'art. 4 bis) ricevendo la scheda al loro indirizzo all’estero.

Per partecipare al voto all’estero, tali elettori dovranno – entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto del Presidente della Repubblica di convocazione dei comizi elettorali (entro l'8 ottobre) – far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione. E’ possibile la revoca entro lo stesso termine di dieci giorni. Si ricorda che l’opzione è valida solo per il voto cui si riferisce (ovvero, in questo caso, per il Referendum del 4 dicembre 2016).

L'OPZIONE  può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (vale a dire che ci si trova – per motivi di lavoro, studio o cure mediche – in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del referendum; oppure, che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).

La dichiarazione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

SI CONSIDERERANNO COMUNQUE VALIDE LE OPZIONI CHE PERVERRANNO ENTRO IL TRENTADUESIMO GIORNO ANTECEDENTE LA VOTAZIONE (2 novembre p.v.) IN TEMPO UTILE PER LA TEMPESTIVA COMUNICAZIONE AL MINISTERO.

 

RILASCIO DELLA TESSERA ELETTORALE

 

Per votare è necessario presentarsi al seggio muniti di tessera elettorale e di documento di riconoscimento. Alcune tessere elettorali hanno già esaurito gli spazi disponibili per apporre l'attestazione del voto, onde evitare problemi ai seggi

SI INVITA

la cittadinanza a verificare sin da ora che la propria tessera contenga ancora spazi disponibili per la timbratura; nel caso siano esauriti è possibile richiedere il rilascio di una nuova tessera presso l'ufficio elettorale del Comune, il quale osserverà i seguenti orari :

LUN, MERC, GIO, VEN 8,30 - 13,00

MAR 8,30 – 13,00 14,30 - 16,00

SAB 9,00 – 12,00

nei due giorni antecedenti la votazione, ovvero venerdì 2 dicembre e sabato 3 dicembre, dalle ore 9,00 alle ore 18,00

il giorno della votazione, 4 dicembre, dalla ore 7,00 alle ore 23,00.

 

 

COMUNICAZIONE DI DISPONIBILITA' PER RICOPRIRE L'INCARICO DI SCRUTATORE ALLE PROSSIME ELEZIONI REFERENDARIE DEL 4 DICEMBRE 2016

La Commissione Elettorale Comunale ha deciso di invitare gli elettori del Comune, già iscritti nell'albo degli scrutatori, che intendono svolgere l'incarico di scrutatore al prossimo referendum popolare del 4 dicembre 2016 a comunicare la propria disponibilità entro il 4 novembre  compilando il modulo predisposto;

L'iscrizione nell'albo degli scrutatori, condizione necessaria per dichiarare la propria disponibilità, deve essere già stata perfezionata nel mese di gennaio 2016, con domande inoltrate entro il 30 novembre 2015. Non è quindi possibile presentare contestualmente la richiesta di iscrizione all'albo e la disponibilità per il referendum popolare.

Oltre alla condizione di essere iscritto nell'albo degli scrutatori , l'elettore deve trovarsi nella condizione di:

1) disoccupato iscritto al centro per l'impiego;

2) studente non lavoratore;

3) altra condizione lavorativa o non lavorativa diversa dalle precedenti;

La Commissione Elettorale Comunale nominerà gli iscritti che si sono dichiarati disponibili seguendo le seguenti priorità:

  •  disoccupati iscritti al centro per l'impiego;
  •  studenti non lavoratori;
  •  coloro che si trovano in situazioni occupazionali o non occupazionali;

Nel caso gli elettori disponibili fossero in numero superiore ai posti da assegnare, la Commissione Elettorale procederà al sorteggio tra tutte le domande pervenute, rispettando comunque i medesimi criteri di assegnazione. Le disponibilità in esubero andranno a formare l'elenco delle sostituzioni.

Nel caso invece gli elettori disponibili fossero in numero inferiore ai posti da assegnare, la Commissione Elettorale nominerà gli scrutatori, fra gli iscritti nel relativo albo, fino alla totale copertura dei posti da assegnare e con identica modalità formerà l'elenco delle sostituzioni.

L'impegno richiesto è dalle ore 16,00 del pomeriggio di sabato 3 dicembre, per la costituzione del seggio e dalle ore 6,30 di domenica 4 dicembre giorno della votazione, per tutta la giornata, comprese le operazioni di scrutinio che avverranno dopo la chiusura dei seggi a partire dalle ore 23 e che si dovranno concludere entro la giornata di lunedì.

La comunicazione , redatta compilando l'apposito modulo pubblicato sul sito Internet del Comune, dovrà essere presentata, unitamente alla copia di un documento di identità, entro il 4 novembre ore 12,00 con le seguenti modalità:

- consegnata direttamente all'Ufficio Elettorale negli orari di apertura al pubblico:

lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00,

martedì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 - dalle ore 14.30 alle ore 16.00

sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

 

- tramite mail all'indirizzo di posta elettronica: elettorale@comune.verbania.it

- tramite posta elettronica certificata: istituzionale.verbania@legalmail.it .

 

Saranno accettati solo i moduli predisposti dall'Ufficio Elettorale e pubblicati sul sito o disponibili presso l'Ufficio Elettorale o presso l'URP.

PROPAGANDA ELETTORALE

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 27 settembre 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 227 del 28 settembre 2016, sono stati convocati per domenica 4 dicembre 2016 i comizi elettorali per il REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO

L'attività di propaganda elettorale ha inizio il 30° giorno antecedente la data fissata per le votazioni.

L'assegnazione degli spazi per le affissioni di propaganda elettorale per il Referendum popolare confermativo del 4 dicembre 2016 è subordinata alla presentazione di apposita domanda alla Giunta Comunale entro il 34° giorno antecedente quello di votazione, nella fattispecie entro entro lunedì 31 ottobre 2016.

(Legge 4 aprile 1956, n. 212, come modificata dalla Legge 24 aprile 1975, n. 130, Legge 25 maggio 1970, n. 352 art. 52)

Il modulo per l'assegnazione degli spazi per la propaganda referendaria può essere presentato al Protocollo Generale del Comune di Verbania – Piazza Garibaldi 15 o trasmesso tramite fax al n° 0323-542473 allegando fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità.

Le istanze possono anche essere preannunciate per via telegrafica o telematica al Comune: in tal caso sono da considerarsi pervenute in tempo utile allorquando, prima che la Giunta Comunale si sia pronunciata al riguardo, siano confermate con lettera in originale o con telefax.

Le domande presentate dai partiti o gruppi politici presenti in Parlamento dovranno essere sottoscritte dai rispettivi segretari provinciali o, in mancanza, dai rispettivi organi nazionali o anche, ove esistano, da organi di partito a livello comunale.

Le domande provenienti dai promotori del referendum dovranno essere sottoscritte da almeno uno dei promotori stessi.

Le istanze potranno essere sottoscritte anche da persone delegate da parte di uno dei suddetti soggetti abilitati, purché corredate dal relativo atto di delega.

Nessuna autenticazione è richiesta per la sottoscrizione delle domande e delle deleghe.

La Legge di Stabilità 2014 n. 147 del 27.12.2013 ha determinato la totale soppressione della propaganda elettorale indiretta per affissione nei tabelloni precedentemente destinati ai cd. fiancheggiatori e la diminuzione degli spazi destinati alla propaganda diretta.

 

VOTO DOMICILIARE

E' la possibilità di esprimere il voto, presso l'abitazione in cui dimora l'elettore affetto da gravi infermità, tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione, in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, contenuta nel decreto-legge 3 gennaio 2006 n. 1 , convertito, con modificazioni, dalla legge 27 gennaio 2006, n.22 ,modificato dalla legge 7 maggio 2009, n.46 . La legge estende il diritto al voto domiciliare anche ad altre categorie di elettori intrasportabili affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l'ausilio dei servizi di trasporto pubblico che i comuni organizzano in occasione di consultazioni per facilitare il raggiungimento del seggio da parte di elettori disabili (art. 29 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 ).

La legge ha modificato i termini per rivolgere al Sindaco del comune (nelle cui liste elettorali l'elettore è iscritto) la dichiarazione, che deve essere presentata in un periodo compreso tra il 40° e il 20° giorno antecedente la data di votazione, entro quindi il 14 di NOVEMBRE, inviando:

  1.  una dichiarazione in carta libera attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimora, con indicazione esatta e completa dell'indirizzo e, possibilmente, un recapito telefonico
  2.  la copia della tessera elettorale e copia del documento di identità
  3.  la certificazione sanitaria, rilasciata dal funzionario medico designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore al 45° giorno antecedente la votazione; tale certificazione medica, per non indurre incertezze, dovrà riprodurre l'esatta formulazione normativa, attestando quindi la sussistenza, in capo all'elettore, delle condizioni di infermità di cui al comma 1, dell'art. 1 della legge n. 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. Tale certificazione, inoltre, potrà attestare la necessità del cosiddetto "accompagnatore" per l'esercizio del voto.

Le disposizioni sul voto domiciliare si applicano solo nel caso in cui il richiedente dimori nell'ambito del territorio, rispettivamente, della regione, della provincia o del comune per cui è elettore. Si ricorda, inoltre, che le disposizioni sul voto domiciliare si applicano alle consultazioni referendarie nel caso in cui il richiedente dimori nell'ambito del territorio nazionale.

Negli allegati la circolare dell'Asl con le modalità per la richiesta dei certificati.

PROPAGANDA ELETTORALE

Con delibera n. 328 del 3.11.2016 la Giunta Comunale ha stabilito l'ubicazione della posa dei tabelloni e gli assegnatari degli spazi:

TABELLA UBICAZIONE SPAZI ELETTORALI

N. LOCALITA’ VIA/PIAZZA UBICAZIONE
1 FONDOTOCE PIAZZA ADUA PIAZZA ADUA
2 CAVANDONE PIAZZA CUSURA PIAZZA CUSURA
3 TORCHIEDO VIA MONTE ROSA SCUOLA ELEMENTARE
4 BIGANZOLO PIAZZA PASTURA PIAZZA PASTURA
5 UNCHIO VIA PER COSSOGNO PARCHEGGIO MATERNA
6 TROBASO VIA CUBONI RECINZIONE SCUOLE ELEMENTARI
7 RENCO VIA RENCO CENTRO SOCIALE
8 POSSACCIO VIA PER POSSACCIO PARCHEGGIO EX CARTIERA
9 SUNA VIA MADONNA DI CAMPAGNA PARCHEGGIO CIMITERO
10 INTRA CORSO CAIROLI PARCHEGGIO PENNY
11 INTRA PIAZZA FABBRI PARCO GIOCHI
12 INTRA F.LLI BANDIERA /VIA ROMA F.LLI BANDIERA /VIA ROMA
13 PALLANZA VIA ADREANI PARCO GIOCHI
14 PALLANZA VIA FIUME

PARCHEGGIO OSPEDALE

 

ASSEGNATARI SPAZI ELETTORALI:

1 Partito democratico
2 Sinistra Italiana
3 Comitato promotore – senatori – (Vito Crimi)
4 Forza Italia
5 Comitato promotore – firmatari – (Funiciello Antonio)
6 Alternativa libera possibile
7 Movimento 5 stelle
8 L'altra Europa con Tsipras
9 Comitato promotore deputati - (Invernizzi Cristian)
10 Lega nord
11 Fratelli d'Italia
12 Comitato promotore – deputati – (Rosato Ettore)
13 Comitato promotore - senatori - (Zanda Luigi Enrico)