Sito Ufficiale del Comune di Verbania

Salta ai contenuti
 
 

Palazzo Civico - Piazza Garibaldi, 15 - 28922
p.iva 00182910034 - tel. 0323 5421 - fax 0323 557197

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » Servizi al citt... » Frontalieri Ver... » Verbania-Cannobio Appaltati i progetti per mettere al sicuro le pareti rocciose - febbraio 2021  
 
Turismo Amministrazione

Verbania-Cannobio Appaltati i progetti per mettere al sicuro le pareti rocciose - febbraio 2021

E' stata assegnata la progettazione degli interventi di messa in sicurezza della statale del Lago Maggiore, o meglio dei versanti, da Intra a Cannobio. Una volta consegnati, i progetti esecutivi verranno messi in gara i lavori, per un valore di oltre 20 milioni stanziati alla Regione dal Cipe, il Comitato interministeriale. Il Comune di Verbania si è assunto il compito di «sub-attuatore» con la partecipazione di Ghiffa, Oggebbio, Cannero e Cannobio alle spese di funzionamento dell' ufficio dedicato a un' impegnativa procedura. L' obiettivo che l' amministrazione si pone è quello di arrivare ad aggiudicare i primi interventi entro fine anno.
I passaggi burocratici non hanno consentito di essere più celeri e aprire i cantieri a quattro anni dall' incidente che costò la vita a un motociclista svizzero. La frana che l' uccise fu l' episodio che smosse ministero delle Infrastrutture, Regione e Anas a reperire i soldi necessari per intervenire con opere a garanzia della sicurezza del transito sulla «34». Una statale di collegamento con la Svizzera, percorsa quotidianamente da migliaia di frontalieri e di turisti, sulla quale incombono le frane.
Anas da parte sua ha stanziato 35 milioni per realizzare 4 paramassi. Per le gallerie i tempi di costruzione s' inseriscono in un orizzonte ancora indefinito. Per gli interventi ai versanti, che l' amministrazione di Silvia Marchionini ha voluto gestire localmente per avere più controllo sul programma, s' incomincia invece a vederne l' inizio.
Il bando per i progetti (più direzione lavori e coordinamento sicurezza) del valore di quasi 2 milioni si è chiuso a inizio gennaio. Di questi giorni l' aggiudicazione a quattro raggruppamenti di società per altrettanti lotti che inglobano 18 interventi.
Il primo, il più piccolo, aveva un base d' asta di 292 mila euro. E' stato assegnato, con un ribasso del 35%, a I.C. di Trento che si avvale delle consulenze di Studio Gea «Geologi associati» di Verbania e degli architetti e ingegneri dello studio Cancian & Savoia di Arona.
Per il resto gli aggiudicatari non sono della zona. Il lotto che comprende il consolidamento delle pareti dissestate da Ghiffa a Oggebbio per un importo di 220 mila euro (ribasso del 33%) è andato alla capofila Gierrevu di Aosta. Il terzo - con ribasso del 52,5% su una base di 611 mila - è stato vinto dalla siciliana Artec. Riguarda Cannero con le scarpate nelle frazioni Donego, Oggiogno, Piancassone, Cheggio.
Il quarto lotto è il più esteso, interessando tutta Cannobio, da Carmine a Piaggio Valmara. Dei progetti definitivi ed esecutivi - da consegnare entro 60 giorni dalla firma del contratto e 60 dalla chiusura della conferenza dei servizi - si occuperà la bellunese L&S Engineering. L' offerta tecnica si è accompagnata a una proposta economica "scontata" del 41% partendo da 730 mila euro.
Ingegneri, geologi e architetti cominceranno con un' attività di studio preliminare indicando i punti su cui procedere con l' analisi del terreno per calibrare gli interventi. I sondaggi reputati necessari saranno in tempi stretti affidati a ditte specializzate dall' ingegner Noemi Comola, incaricata dall' amministrazione comunale di seguire una procedura complessa e che si protrarrà anni.

La Satmpa VCO 28 febbraio 2021