Sito Ufficiale del Comune di Verbania

Salta ai contenuti
 
 

Palazzo Civico - Piazza Garibaldi, 15 - 28922
p.iva 00182910034 - tel. 0323 5421 - fax 0323 557197

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » Servizi al citt... » Demografici » Elettorale » REFERENDUM LOMBARDIA O PIEMONTE 21 OTTOBRE 2018  
 
Turismo Amministrazione

REFERENDUM LOMBARDIA O PIEMONTE 21 OTTOBRE 2018

REFERENDUM PER IL DISTACCO DELLA PROVINCIA DALLA REGIONE PIEMONTE E LA SUA AGGREGAZIONE ALLA REGIONE LOMBARDIA PER IL 21 OTTOBRE 2018

REFERENDUM EX ART. 132 DELLA COSTITUZIONE SECONDA COMMA PER IL DISTACCO DELLA PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA DALLA REGIONE PIEMONTE E LA SUA AGGREGAZIONE ALLA REGIONE LOMBARDIA.

 

In data 21 ottobre 2018 si svolgerà il Referendum per il distacco della Provincia del Verbano Cusio Ossola, si voterà nella sola giornata di domenica dalle ore 7 alle ore 23.

Per questa consultazione referendaria voteranno i residenti all'estero in quanto non potranno essere ammessi al voto per corrispondenza.

 

NOMINA DEGLI SCRUTATORI

La CEC ha stabilito di predisporre un bando per comunicare la disponibilità a svolgere la unfione di rilevatore per coloro che RISULTANO GIA' ISCRITTI NELL'ALBO DEGLI SCRUTATORI.

Le domande dovranno pervenire entro il 26 settembre alle ore 12 con le modalità descritte nel bando.

 

PROPAGANDA ELETTORALE

I partiti politici presenti in Parlamento e i Promotori del Referendum possono presentare domanda di assegnazione degli spazi elettorali entro lunedi 17 settembre.

La Giunta Comunale entro giovedì 20 settembre stabilirà e delimiterà gli spazi assegnati alla propaganda diretta.

VOTO ELETTORI CON LIMITAZIONI FISICHE 

VOTO DOMICILIARE
  Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento da casa risulti impossibile, possono esprimere il voto nel proprio domicilio, presso l’abitazione di residenza o presso l’abitazione in cui dimorano per motivi di assistenza. In questo ultimo caso, l'abitazione deve essere nel comune di residenza, per le votazioni comunali, nella provincia comprendente il comune di residenza, per le votazioni comunali, nella regione comprendente il comune di residenza, per le regionali.

Per poter votare a domicilio una persona delegata dall'elettore deve produrre, all'Ufficio elettorale, in un periodo compreso fra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la votazione:

  •  richiesta di voto domiciliare;
  •  una certificazione rilasciata dal medico competente dell’Asl che attesti le gravissime infermità;
  •  fotocopia del documento di identità e della tessera elettorale dell'elettore;

L’ufficio elettorale consegnerà tutta la documentazione al Presidente di seggio della sezione in cui si trova l’abitazione dell’elettore, affinché lo stesso possa recarvisi per raccogliere il voto.

VOTO ASSISTITO
  L’elettore in grado di recarsi al seggio elettorale ma fisicamente impossibilitato ad esprimere il voto autonomamente può farsi assistere, nell'operazione di voto, da persona di sua fiducia; sulla tessera elettorale dell’accompagnatore dovrà essere annotato l’assolvimento di questa funzione e dovrà quindi essere apposto, nello spazio destinato alla certificazione del voto, la data e la scritta "accompagnatore".
  Per accedere al voto assistito, l’elettore deve produrre all’ufficio elettorale la certificazione, rilasciata dal medico competente dell’Asl, che l’impedimento è di natura permanente o, nel caso degli elettori non vedenti, il libretto di pensione in cui sia indicata la categoria "ciechi civili"; inoltre deve richiedere l’apposizione sulla tessera elettorale del timbro "AVD" (Diritto Voto Assistito).

In occasione delle elezioni referendarie del 21 ottobre nella provincia del VCO, gli elettori che si recheranno a votare nel proprio Comune di iscrizione elettorale potranno usufruire delle agevolazioni di viaggio che verranno applicate da enti o società che gestiscono i relativi servizi di trasporto

 

Referendum Verbania: il quesito

“Volete che il territorio della Provincia del Verbano Cusio Ossola sia separato dalla Regione Piemonte per entrare a far parte integrante della Regione Lombardia?”.

Altri documenti: