Sito Ufficiale del Comune di Verbania

Salta ai contenuti
 
 

Palazzo Civico - Piazza Garibaldi, 15 - 28922
p.iva 00182910034 - tel. 0323 5421 - fax 0323 557197

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » Servizi al citt... » Demografici » Elettorale » ELEZIONI POLITICHE 4 MARZO 2018  
 
Turismo Amministrazione

ELEZIONI POLITICHE 4 MARZO 2018

Voto degli italiani all'estero in occasione delle elezioni politiche del 4 marzo 2018

 

Le scadenze per esprimere l'opzione di voto:

In occasione delle elezioni politiche del 4 marzo 2018 i cittadini italiani, iscritti nelle liste elettorali, residenti all'estero (iscritti all'Aire - Anagrafe degli italiani residenti all'estero) possono esercitare il diritto di voto attraverso due modalità:

  •  all'estero, attraverso il voto per corrispondenza, nella circoscrizione Estero;
  •  in Italia, esprimendo tale opzione all'ufficio consolare della circoscrizione di residenza estera.

La circoscrizione Estero è suddivisa in 4 ripartizioni:
 1. Europa
 2. America meridionale
 3. America settentrionale e centrale
 4. Africa, Asia, Oceania, Antartide.

Possono votare all'estero, per corrispondenza, anche gli italiani temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi per motivi di lavoro, studio o cure mediche.

Voto degli italiani residenti all'estero

 Entro i 18 giorni che precedono a data delle elezioni, gli uffici consolari inviano, agli elettori residenti nella circoscrizione, un plico contenente il certificato elettorale, la scheda elettorale e la busta affrancata con l'indirizzo dell'ufficio consolare, oltre alle liste dei candidati.

 L'elettore, dopo aver espresso il voto, spedisce, entro il 10° giorno antecedente le elezioni, la busta, contenente la scheda, all'ufficio consolare. Quest'ultimo invia le schede pervenute entro le ore 16:00 del giovedì antecedente le elezioni, all'ufficio centrale per la Circoscrizione estero in Italia.
 Lo scrutinio avviene contestualmente allo scrutinio dei voti espressi sul territorio nazionale.

Non possono votare per corrispondenza i cittadini italiani residenti in stati con i cui governi non sono state concluse intese per garantire l'eguaglianza, la libertà e la segretezza del voto. I cittadini residenti in questi paesi potranno esercitare il voto in Italia e sono per loro previste agevolazioni di viaggio.
 
 OPZIONE PER IL VOTO IN ITALIA
 L’elettore residente all’estero, che vuole esercitare l’opzione per il voto in Italia, deve comunicare tale opzione all’ufficio consolare di riferimento entro lunedì 8 gennaio 2018, accertandosi della ricezione dell'opzione di voto da parte dell'ufficio entro tale termine.

Approfondimenti dal sito del Ministero dell'Interno

 

Voto degli italiani temporaneamente all'estero

Gli elettori temporaneamente all'estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e i loro familiari conviventi possono richiedere di votare all'estero per corrispondenza (per un'unica consultazione); questa opzione deve pervenire al Comune di iscrizione nelle liste elettorali entro il 31 gennaio 2018.
 L'opzione può essere inviata per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure può essere recapitata a mano al Comune da persona diversa dall'interessato; può comunque essere presentata anche tramite l'ufficio consolare competente per il territorio.

L'elenco degli elettori che hanno richiesto di votare per corrispondenza viene trasmesso agli uffici consolari competenti che inseriscono a loro volta i nomi degli elettori in elenchi speciali finalizzati all'esercizio del diritto di voto per corrispondenza nella circoscrizione estero.

 

Approfondimenti dal sito della Farnesina

 

Normativa di riferimento

  •  Legge n. 52 del 6 maggio 2015 (art. 2, comma 37, lettera a) "Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati".
  •  Legge n. 459 del 27 dicembre 2001 "Norme per l' esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti all'estero".

 

BANDO DI DISPONIBILITA' ALLA FUNZIONE DI SCRUTATORE 

 

 

La Commissione Elettorale Comunale ha deciso di invitare gli elettori del Comune, già iscritti nell'albo degli scrutatori, che intendono svolgere l'incarico di scrutatore per le prossime elezioni politiche del 4 marzo 2018 , a comunicare la propria disponibilità entro il 9 febbraio, compilando il modulo predisposto;

L'iscrizione nell'albo degli scrutatori, condizione necessaria per dichiarare la propria disponibilità, deve essere già stata perfezionata nel mese di gennaio 2018, con domande inoltrate entro il 30 novembre 2017. Non è quindi possibile presentare contestualmente la richiesta di iscrizione all'albo e la disponibilità per le elezioni politiche.

Oltre alla condizione di essere iscritto nell'albo degli scrutatori , l'elettore deve dichiarare di trovarsi nella condizione di:

1) disoccupato iscritto al centro per l'impiego;

2) studente non lavoratore;

3) altra condizione lavorativa o non lavorativa diversa dalle precedenti;

La Commissione Elettorale Comunale nominerà gli iscritti che si sono dichiarati disponibili seguendo le seguenti priorità:

  •  disoccupati iscritti al centro per l'impiego; 
  •  studenti non lavoratori; 
  •  coloro che si trovano in situazioni occupazionali o non occupazionali; 

Nel caso gli elettori disponibili fossero in numero superiore ai posti da assegnare, la Commissione Elettorale procederà al sorteggio tra tutte le domande pervenute, rispettando comunque i medesimi criteri di assegnazione. Le disponibilità in esubero andranno a formare l'elenco delle sostituzioni.

Nel caso invece gli elettori disponibili fossero in numero inferiore ai posti da assegnare, la Commissione Elettorale nominerà gli scrutatori, fra gli iscritti nel relativo albo, fino alla totale copertura dei posti da assegnare e con identica modalità formerà l'elenco delle sostituzioni.

L'impegno richiesto è dalle ore 16,00 del pomeriggio di sabato 3 marzo, per la costituzione del seggio e dalle ore 6,30 di domenica 4 marzo, giorno della votazione, per tutta la giornata comprese le operazioni di scrutinio che avverranno dopo la chiusura dei seggi, a partire dalle ore 23, per concludersi entro la giornata di lunedì.

La comunicazione , redatta compilando l'apposito modulo pubblicato sul sito Internet del Comune, dovrà essere presentata, unitamente alla copia di un documento di identità, entro il 9 febbraio alle ore 12,00, secondo le seguenti modalità:

 

 - consegnata direttamente all'Ufficio Elettorale negli orari di apertura al pubblico:

 lunedi, mercoledi, giovedi e venerdi dalle ore 8.30 alle ore 13.00,

martedi dalle ore 8.30 alle ore 13.00 - dalle ore 14.30 alle ore 16.00

 sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

 

 - tramite mail all'indirizzo di posta elettronica: elettorale@comune.verbania.it

 - tramite posta elettronica certificata: istituzionale.verbania@legalmail.i t

 

 Saranno accettati solo i moduli predisposti dall'Ufficio Elettorale e pubblicati sul sito o disponibili presso l'Ufficio Elettorale o presso l'URP.

 

 

 

IN OCCASIONE DELLA PRSENTAZIONE DELLE CANDIDATURE L'UFFICIO ELETTORALE OSSERVERA' I SEGUENTI ORARI:

 

- giovedi 25 gennaio:      dalle ore 8,30 alle ore 13,00  -  dalle ore 14,00  alle ore 18,00

- venerdi 26 gennaio:  dalle ore 8,30 alle ore 13,00  -  dalle ore 14,00  alle ore 18,00

- sabato 27 gennaio      dalle ore 9,00 alle ore 12,00   -   dalle ore 14,00  alle ore 18,00

- domenica 28 gennaio:  dalle ore 8,00 alle ore 20,00 

- lunedi 29 gennaio:  dalle ore 8,00 alle ore 20,00

 

PROPAGANDA ELETTORALE

con deliberazione n. 41 del 1 febbraio 2018 la Giunta Comunale ha individuato i luoghi di posa dei Tabelloni elettorale:

TABELLA UBICAZIONE SPAZI ELETTORALI

N. LOCALITA’ VIA/PIAZZA UBICAZIONE
1 FONDOTOCE PIAZZA ADUA PIAZZA ADUA
2 CAVANDONE PIAZZA CUSURA PIAZZA CUSURA
3 TORCHIEDO VIA MONTE ROSA SCUOLA ELEMENTARE
4 BIGANZOLO PIAZZA PASTURA PIAZZA PASTURA
5 UNCHIO VIA PER COSSOGNO PARCHEGGIO MATERNA
6 TROBASO VIA CUBONI RECINZIONE SCUOLE ELEMENTARI
7 RENCO VIA RENCO CENTRO SOCIALE
8 POSSACCIO VIA PER POSSACCIO PARCHEGGIO EX CARTIERA
9 SUNA VIA MADONNA DI CAMPAGNA PARCHEGGIO CIMITERO
10 INTRA CORSO CAIROLI PARCHEGGIO PENNY
11 INTRA PIAZZA FABBRI PARCO GIOCHI
12 INTRA F.LLI BANDIERA /VIA ROMA F.LLI BANDIERA /VIA ROMA
13 PALLANZA VIA ADREANI PARCO GIOCHI
14 PALLANZA VIA FIUME

PARCHEGGIO OSPEDALE

 

 

 

con deliberazioni n. 52 e n. 53 dell'8 febbraio 2018 sono stati assegnati gli spazi per la propaganda diretta per la Camera e per il Senato come da prospetti allegati

 

 

 

 

 

n. di ammissione

 

 

Candidato e lista/e collegata/e

 

 

n. della sezione

 

 

 

 

 

Roberto Leggero

 

 

1

 

 

1

 

 

LIBERI E UGUALI

 

 

2

 

 

 

 

 

Biagio Rosso

 

 

3

 

 

2

 

 

GRANDE NORD

 

 

4

 

 

 

 

 

Elena Egle Fiore Thedorowicz

 

 

5

 

 

3

 

 

ITALIA AGLI ITALIANI

 

 

6

 

 

 

 

 

Fabio Barbieri

 

 

7

 

 

4

 

 

MOVIMENTO 5 STELLE

 

 

8

 

 

 

 

 

Marcello Bagnati

 

 

9

 

 

5

 

 

PARTITO COMUNISTA

 

 

10

 

 

 

 

 

Elena Ferrara

 

 

11

 

 

6

 

 

PARTITO DEMOCRATICO

 

 

12

 

 

7

 

 

+ EUROPA CON EMMA BONINO

 

 

13

 

 

8

 

 

CIVICA POPOLARE - LORENZIN

 

 

14

 

 

9

 

 

ITALIA EUROPA - INSIEME

 

 

15

 

 

 

 

 

Giuseppe De Giovannini

 

 

16

 

 

10

 

 

IL POPOLO DELLA FAMIGLIA

 

 

17

 

 

 

 

 

Gaetano Nastri

 

 

18

 

 

11

 

 

NOI CON L'ITALIA - UDC

 

 

19

 

 

12

 

 

LEGA NORD

 

 

20

 

 

13

 

 

FORZA ITALIA – BERLUSCONI PRESIDENTE

 

 

21

 

 

14

 

 

GIORGIA MELONI – FRATELLI D'ITALIA

 

 

22

 

 

 

 

 

Lorenzo Baudo

 

 

23

 

 

15

 

 

PARTITO VALORE UMANO

 

 

24

 

 

 

 

 

Monica Tosi

 

 

25

 

 

16

 

 

CASA POUND ITALIA

 

 

26

 

 

 

 

 

Antonio Tedesco

 

 

27

 

 

17

 

 

PARTITO REPUBBLICANO - ALA

 

 

28

 

 

 

 

 

Daniele CHERUBIN

 

 

29

 

 

18

 

 

POTERE AL POPOLO

 

 

30

 

La tessera elettorale

La tessera elettorale è il documento che permette l'esercizio del diritto di voto e che attesta la regolare iscrizione del cittadino nelle liste elettorali del comune di residenza. Deve essere usata per tutte le consultazioni elettorali (elezioni politiche, amministrative ed europee, referendum) ed è valida fino all'esaurimento dei diciotto spazi predisposti per la certificazione dell'avvenuta partecipazione alla votazione.
 La tessera elettorale non può essere sostituita con l'autocertificazione.

La tessera viene rilasciata e consegnata direttamente a casa del cittadino a seguito di iscrizione nelle liste elettorali per:

  •  compimento dei 18 anni di età;
  •  trasferimento di residenza da altro comune;
  •  acquisto della cittadinanza italiana;
  •  cambio di generalità (cambiamenti di cognome e/o nome, rettifica dei dati di nascita);
  •  ricomparsa da irreperibilità;
  •  riacquisto della capacità elettorale.

Le liste elettorali vengono costantemente aggiornate attraverso il meccanismo delle revisioni, a determinate scadenze e con procedure identiche in tutti i Comuni italiani, come previsto dalla normativa in materia. In prossimità delle elezioni si procede a una revisione straordinaria delle liste elettorali.

Nel caso di cambio di abitazione all'interno del territorio comunale, l'ufficio elettorale spedisce a casa una etichetta adesiva da apporre nello spazio apposito della tessera (nel plico spedito sono indicate le semplici istruzioni dove apporre l'etichetta). Le variazioni di indirizzo vengono registrate nei mesi di gennaio e luglio.

TRASFERIMENTO DI RESIDENZA
 Il nuovo comune di residenza consegna al titolare una nuova tessera elettorale e ritira quella rilasciata dal comune di precedente residenza. In caso di trasferimento di residenza all'interno del territorio comunale che comporti il cambio del seggio di votazione, l'elettore riceve un'etichetta da applicare sulla tessera con l'indicazione del nuovo indirizzo e del nuovo seggio dove recarsi a votare.

MANCATA CONSEGNA DELLA TESSERA
 Viene lasciato nella cassetta delle lettere un "avviso" con invito a presentarsi direttamente al ritiro presso l'ufficio Messi o nei giorni che immediatamente precedono le elezioni all'ufficio elettorale. Si ricorda che in caso di nuova iscrizione nell'anagrafe occorre consegnare la vecchia tessera rilasciata dal precedente comune di residenza.
 
 SMARRIMENTO o FURTO DELLA TESSERA
 E' necessario presentare richiesta di duplicato.

 

DETERIORAMENTO DELLA TESSERA
 Quando la tessera elettorale è inutilizzabile a causa del deterioramento, il titolare deve richiedere un duplicato;  l'originale deteriorato viene ritirato dall'ufficio.

ESAURIMENTO DEGLI SPAZI DISPONIBILI NELLA TESSERA (18)
 L'elettore deve richiedere una nuova tessera esibendo all'ufficio quella completa.

L'Ufficio Elettorale resterà aperto per la consegna delle tessere elettorali e per il rifacimento di quelle smarrite, detoriorate e complete nei seguenti giorni:

venerdi 2 marzo  dalle ore 9 alle ore 18

sabato 3 marzo dalle ore 9 alle ore 18

domenica 4 marzo per tutta la durata della votazione - dalle ore 7 alle ore 23

 

VOTO ELETTORI CON LIMITAZIONI FISICHE 

VOTO DOMICILIARE
 Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento da casa risulti impossibile, possono esprimere il voto nel proprio domicilio, presso l’abitazione di residenza o presso l’abitazione in cui dimorano per motivi di assistenza. In questo ultimo caso, l'abitazione deve essere nel comune di residenza, per le votazioni comunali, nella provincia comprendente il comune di residenza, per le votazioni comunali, nella regione comprendente il comune di residenza, per le regionali.

Per poter votare a domicilio una persona delegata dall'elettore deve produrre, all'Ufficio elettorale, in un periodo compreso fra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la votazione:

  •  richiesta di voto domiciliare;
  •  una certificazione rilasciata dal medico competente dell’Asl che attesti le gravissime infermità;
  •  fotocopia del documento di identità e della tessera elettorale dell'elettore;

L’ufficio elettorale consegnerà tutta la documentazione al Presidente di seggio della sezione in cui si trova l’abitazione dell’elettore, affinché lo stesso possa recarvisi per raccogliere il voto.

VOTO ASSISTITO
 L’elettore in grado di recarsi al seggio elettorale ma fisicamente impossibilitato ad esprimere il voto autonomamente può farsi assistere, nell'operazione di voto, da persona di sua fiducia; sulla tessera elettorale dell’accompagnatore dovrà essere annotato l’assolvimento di questa funzione e dovrà quindi essere apposto, nello spazio destinato alla certificazione del voto, la data e la scritta "accompagnatore".
 Per accedere al voto assistito, l’elettore deve produrre all’ufficio elettorale la certificazione, rilasciata dal medico competente dell’Asl, che l’impedimento è di natura permanente o, nel caso degli elettori non vedenti, il libretto di pensione in cui sia indicata la categoria "ciechi civili"; inoltre deve richiedere l’apposizione sulla tessera elettorale del timbro "AVD" (Diritto Voto Assistito).

Voto presso ospedali e case di cura

In occasione delle elezioni, gli elettori ricoverati presso strutture ospedaliere o case di cura possono votare presso i seggi appositamente istituiti nei luoghi di ricovero presentando la domanda al direttore sanitario, che la inoltra all'ufficio elettorale per il rilascio dell'autorizzazione.
 Il giorno delle elezioni l'elettore dovrà essere munito di tessera elettorale e documento di riconoscimento in corso di validità.

Per le persone anziane, ammalate o in difficoltà, viene garantito, per la giornata delle votazioni, un servizio di trasporto gratuito contattando l'Ufficio Elettorale.

 

 

 

Chi può votare

 

Per la Camera dei Deputati
 Possono votare i cittadini italiani, iscritti alle liste elettorali del Comune di residenza, che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età alla data del 4 marzo 2018.

Per il Senato della Repubblica
 Possono votare i cittadini italiani, iscritti alle liste elettorali del Comune di residenza, che abbiano compiuto il venticinquesimo anno di età alla data del 4 marzo 2018.

 

Dove si vota

Gli elettori devono votare presso il proprio Comune di residenza nelle cui liste elettorali sono iscritti e alla sezione elettorale che è indicata sulla facciata della tessera elettorale.

Come si vota

 

Per votare è necessario presentarsi al seggio muniti di tessera elettorale e di documento di riconoscimento.

Con il nuovo sistema si vota con un’unica scheda elettorale per la Camera e un’unica scheda per il Senato.
 L’elettore può esprimere il proprio voto in due modi:

  1.  tracciando un segno sul simbolo della lista (in questo modo la preferenza si trasferisce anche al candidato nel collegio uninominale sostenuto dalla lista votata);
  2.  tracciando un segno sul nome del candidato nel collegio uninominale. In questo secondo caso il voto si trasferisce anche alla lista se il candidato è sostenuto da una sola lista. Se invece il candidato è sostenuto da una coalizione il voto viene distribuito tra le liste che lo sostengono proporzionalmente ai voti attribuiti a ciascuna lista nel collegio uninominale.

Ovviamente il voto è valido anche se l’elettore decide di tracciare due segni, uno sul nome del candidato e una sulla lista o una delle liste a suo sostegno.
 Si tratta di voto nullo quando l’elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nome del candidato nel collegio uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista il cui candidato non è collegato. Non è possibile quindi il voto disgiunto.

 

Agevolazioni di viaggio

 

Gli italiani residenti nel territorio nazionale o all'estero, che intendono esercitare il diritto di voto nel proprio Comune di votazione, in occasione dei prossimi appuntamenti elettorali, possono godere di una serie di agevolazioni per il viaggio.

Altri documenti:
richiesta voto domiciliare (20,87 kB - ODT)
comunicazioni ASL (950,75 kB - PDF)
TABELLONE CAMERA (15,07 kB - ODT)
TABELLONE SENATO (16,23 kB - ODT)