Sito Ufficiale del Comune di Verbania

Salta ai contenuti
 
 

Palazzo Civico - Piazza Garibaldi, 15 - 28922
p.iva 00182910034 - tel. 0323 5421 - fax 0323 557197

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » DIARIO » Presentazione del libro di Alberto Paleari "L’altro lato del paradiso". Giovedì 15 novembre, ore 21.00 Casa della Resistenza,  
 

Presentazione del libro di Alberto Paleari "L’altro lato del paradiso". Giovedì 15 novembre, ore 21.00 Casa della Resistenza,

Presentazione del libro di Alberto Paleari

L’altro lato del paradiso
 (Hoepli 2018, Collana Stelle Alpine).

Giovedì 15 novembre, ore 21.00, Casa della Resistenza, via Turati 9,  Verbania Fondotoce

Intervengono:
Massimo Bocci, presidente del Parco Nazionale Val Grande
Alberto Paleari, guida alpina e autore
Marco Albino Ferrari, scrittore, giornalista e curatore della collana Stelle Alpine

Con letture tratte dal libro e immagini della Valgrande.

La prima volta che vidi la Valgrande, sono sicuro che fu dall’alto, ancora da bambino, quando con mio padre salii il Monte Zeda da Piancavallo’.
 Storie sconosciute, ritratti di personaggi mitici del luogo, la guerra partigiana, le vecchie guide alpine, le avventure rocambolesche di un alpinismo di ricerca ...
 Paleari scava memorie private e collettive di un mondo a sé, offrendoci il libro della sua vita.

 

IL LIBRO
 Numerosi viaggi letterari ha intrapreso Alberto Paleari in oltre tre decenni dedicati alla scrittura e alla pubblicazione di libri spesso eterogenei, ogni volta sorprendenti e apprezzati da un pubblico avvolgente. La sua voce antiretorica, ironica e controcorrente, capace di creare mondi che molto dicono del loro autore, ha rivelato un percorso esistenziale del tutto originale. Al centro sempre la montagna, fedele compagna di una vita. In L’altro lato del paradiso, Paleari compie un passo ulteriore, ancora più alto e ambizioso: qui la Valgrande - l’area di natura selvaggia più vasta d’Italia, tra il Lago Maggiore e la Val d’Ossola - è lo specchio nel quale egli ritrova se stesso. Una natura rigogliosa, ostile, ferina, solitaria e mutata nel tempo, come testimoniano le infinite tracce dell’antica civiltà di boscaioli e allevatori che l’ha abitata. ‘La prima volta che vidi la Valgrande, sono sicuro che fu dall’alto, ancora da bambino, quando con mio padre salii il Monte Zeda da Piancavallo’. Storie sconosciute, ritratti di personaggi mitici del luogo, la guerra partigiana, le vecchie guide alpine, le avventure rocambolesche di un alpinismo di ricerca: catene di associazioni che conducono il lettore in un fluire continuo, appassionante, fino all’ultima pagina. Paleari scava memorie private e collettive di un mondo a sé, offrendoci il libro della sua vita.

L'INDICE
 Dall’età dell’innocenza all’età della ragione - Fabbricante di smarrimenti - Trapezisti senza rete - Due grandi guide - Il mistero della pietra verde - Sentieri selvaggi - Dalla transumanza al turismo di guerra - La solitudine dei massi erratici - La via incantata.

L'AUTORE
 Alberto Paleari è nato nel 1949 a Gravellona Toce, accanto alla Valgrande. Dal 1982 ha esercitato la professione di guida alpina, che poi ha abbandonato. Tra le sue numerose pubblicazioni, libri di viaggio, narrativa, guide e memorie, ricordiamo Ci sfiorava il soffio delle Valanghe (2003), Il giorno dell’astragalo (2007), Volevo solo amarti (2012), Le montagne e il profumo del mosto (2015), L’angelo che scese a piedi dal Monte Rosa (2016), i 3900 delle Alpi (2016), con Erminio Ferrari e Marco Volken.