Sito Ufficiale del Comune di Verbania

Salta ai contenuti
 
 

Palazzo Civico - Piazza Garibaldi, 15 - 28922
p.iva 00182910034 - tel. 0323 5421 - fax 0323 557197

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » DIARIO » Finanziato il Bando delle Periferie: 8 milioni di euro dal Governo per Verbania  
 

Finanziato il Bando delle Periferie: 8 milioni di euro dal Governo per Verbania

I soldi ci sono, i progetti anche, obiettivo a cui mirare è far partire il cantiere per la fine dell’anno.

Parliamo del Movicentro ovviamente, ma anche degli altri progetti inseriti nel “Bando periferie”, finanziati dal governo con 8 milioni di euro ( QUI I PROGETTI ).

È passato il treno eravamo pronti e ci siamo saliti, un finanziamento di 8 milioni di euro negli ultimi anni sembrava cosa impensabile. I soldi ci sono: 2 miliardi e 100milioni messi nella legge di stabilità, – ha detto il sindaco, Silvia Marchionini alla conferenza di presentazione tenuta nel pomeriggio a Palazzo di città con il deputato Enrico Borghi e il presidente della Provincia, Stefano Costa – le scadenze che abbiamo sono puntuali e stringenti”.

Martedì ci sarà la presentazione del progetto al consiglio di quartiere ovest, a novembre sarà presentato a tutta la città in una serata a Palazzo Flaim quel progetto di “Fondotoce porta Verde di Verbania” che include il completamento del “mostro” Movicentro; il secondo lotto della ciclopedonale Suna Fondotoce (il primo lotto per 1milione 750mila euro su finanziamento europeo è in fase di appalto) un milione per il “piano spiagge”, piano che il Comune ha pronto dal 2011, ha precisato il sindaco, ma “mancavano le risorse per realizzarlo”, poi investimenti culturali e per il turismo, come l’Agora alla Casa della Resistenza (altro progetto fermo da 10 anni), la sistemazione del parco con la ciclabile e un’app “turistica” realizzata dal consorzio Terre alte. “Con questo progetto può partire una svolta positiva per Verbania”, ha concluso il sindaco rimarcando come il “Bando periferie” vada a creare un “nuovo patto tra governo e territori, una grande apertura, dire ci fidiamo, è un attestazione di stima che apre un nuovo scenario tra enti locali e governo”.

Sulla stessa scia il commento di Enrico Borghi, che non solo ha rimarcato la “risposta del governo verso le periferie”, ma ha ricordato che nell’ambito della legge di Stabilità ci saranno importanti sostegni per le amministrazioni locali come “lo sblocco dell’avanzo amministrazione, la possibilità di riprendere ad assumere […] La stagione dei tagli e dei blocchi per i Comuni è alle spalle, è questa la scelta politica che il governo ha voluto fare. Sul bando periferie, i 500 milioni stanziati inizialmente non erano sufficienti, avrebbero comportato un intervento monco, la legge di stabilità approvata dal consiglio dei ministri sabato, contiene 2 miliardi e 100 milioni per questo scopo”.

Borghi ha ricordato inoltre come il “bando periferie”, pur finanziando Verbania, sia una risposta all’ intero territorio accrescendo la fruibilità alla stazione (sia per i pendolari e sia per il turismo) nell’area “cosiddetta baricentrica”.

Stefano Costa assicura che il primo lotto del Movicentro potrebbe partire subito (essendo già finanziato), poi il “pallino” passerà al Comune (destinatario dei fondi); Rfi, intanto, pare essere disponibile a finanziare con ulteriori 300mila euro (oltre i 600mila già previsti) la parte di sua competenza (binari ecc). In settimana il primo incontro operativo Provincia-Comune per dare il via all’opera.

Articolo by verbanianews.it

borghi